Nutrizione e genetica

Gli esseri umani sono tutti diversi e questo è dovuto al loro DNA. Ci sono differenze visibili a tutti come il colore dei capelli e degli occhi; altre differenze, più nascoste, determinano, ad esempio, come ciascuno di noi é in grado di metabolizzare i nutrienti o come riesce a liberarsi dalle tossine. Tutto questo significa, molto semplicemente, che ogni individuo interagisce con l'ambiente in cui vive in una maniera personale ed unica.
Dal punto di vista genetico, tuttavia, gli esseri umani sono molto simili tra loro, sebbene in ciascun gene, ovvero i "pezzetti di DNA" che nel loro insieme descrivono l'intera funzione del nostro organismo, si possano trovare delle piccole variazioni che determinano importanti differenze, Il tipo più comune di queste variazioni sul DNA é conosciuto come Single Nucleotide Polimorphism, o SNP. L'insieme di queste piccole differenze determina il modo in cui l'espo-sizione a molteplici fattori ambientali influisce sul nostro organismo e sulla nostra salute. Tra i vari fattori ambientali a cui ognuno di noi é quotidianamente esposto, il più invasivo e per fortuna il più controllabile, è sicuramente il cibo.
Negli ultimi dieci anni sono stati fatti enormi progressi nel campo della genetica applicata all'interazione con il cibo ed un nuovo campo di conoscenze si è affermato: la Nutrigenetica. La Nutrigenetica permette oggi attraverso lo studio del DNA di determinare la quantità e la qualità di nutrienti di cui ciascuno ha bisogno. I test di genetica scoprono per noi quali e quanti sono i nutrienti necessari, sia in termini di quantità minime di vitamine e minerali,
sia di quantità massime di sostanze tollerabili da ciascuno, quali i grassi saturi, la caffeina, il sale, ecc... Queste conoscenze sono ora a disposizione di tutti coloro che desiderano sapere come migliorare iI proprio benessere psico-fisico ed esprimere al meglio il proprio patrimonio genetico. Noi siamo solo questo: i nostri geni e la loro interazione col mondo ed in particolare con il cibo
Questo semplice test genetico analizza le variazioni di numerosi geni coinvolti nel metabolismo del cibo. I risultati saranno riportati in un Personal Report che spiega il significato di ciascuna variazione genetica letta sul proprio DNA: la tabella nutrizionale che ne consegue, consente di disegnare un apporto personalizzato per quanto riguarda le quantità ideali di ciascun nutriente
Il Personal Report non costituisce una dieta radicale, ma l'integrazione di piccole e significative modifiche nella propria alimentazione. Inoltre l'opportuno abbinamento con alcuni integraton alimentari e vitaminici, appositamente (abbinati in funzione del proprio DNA, costituiranno il giusto consiglio personalizzato che a lungo termine porterà una differenza sostanziale per la salute ed il benessere dell'organismo. Non tutti sanno, ad esempio, che un solo cucchiaino di zucchero al giorno comporta un amento di peso di 12 Kg in 20 anni. Piccole variazioni nella nostra alimentazione comportano grandi cambiamenti nel lungo periodo della nostra vita.

Rischio del carcinoma ovarico

Il carcinoma dell'ovaio rappresenta nella donna la prima tra le neoplasie dell'apparato riproduttivo ed è al quarto posto tra le cause di morte per tumore nelle donne in tutto il mondo. Il tumore avaria) è tra le patologie oncologiche di più difficile approccio in quanto, non evidenziando sintomatologie specifiche, viene nella maggioranza dei casi scoperto tardi quando le possibilità di guarigione sono ormai compromesse.

La diagnosi precoce è un elemento essenziale per ridurre la prognosi infausta e migliorare la qualità della vita della paziente: la diagnosi effettuata nel I o Il stadio dello sviluppo tumorale ha una sopravvivenza a 5 anni superiore all'85% dei casi, mentre al 111 e IV stadio è inferiore al 15%.

HE4 (Human Epididymis Protein 4) è una glicoproteina identificata inizialmente nell'epididimo, ma normalmente espressa nelle cellule epiteliali del tratto respiratorio superiore, nel pancreas e nell'apparato riproduttore. Recenti studi hanno dimostrato che HE4 è over-espressa nel cancro dell'ovaio, rendendolo, assieme al CA 125. un marker sierologico nella valutazione del rischio di malignità. HE4 è estremamente utile nel discriminare tra cancro dell'ovaio, cisti o masse ovariche benigne e carcinoma endometriale.
La combinazione dei dosaggi sierici di HE4 e CAl25 mediante un algoritmo chiamato R.O.M.A (Risk of Ovarian Malignancy Algorithm) offre un metodo approvato dalla FDA come nuovo test per la stima di rischio di cancro alle ovaie. Il metodo è stato sviluppato nell'ambito del Program in Women's Oncology del Women & Infants Hospital di Rhode Island.

Guarda il depliant allegato
Allegati:
Scarica questo file (Rischio del carcinoma ovarico.JPG)Rischio del carcinoma ovarico.JPG[ ]144 kB